Aggiungere un secondo hard disk a Windows in Virtualbox su Mac

Virtual Box Mac Osx

Una volta virtualizzato il sistema Windows nasce subito l’esigenza di aggiungere una secondo hard disk al nuovo sistema sia perchè lo spazio potrebbe essere poco dopo aver installato il sistema operativo ma anche perchè avere un disco dati diverso dal sistema è un buon modo di lavorare.

Virtual Box Mac Osx

Il procedimento è statao effettuata su virtual box per Osx dopo aver virtualizzato Windows Seven, ma vale anche nel caso si stia usando VirtualBox una macchina Windows.

Vediamo dunque come aggiunere un nuovo disco fisso alla nostra macchina virtualizzata :

Dopo aver avviato VirtualBox

  1. Andare alla voce di menù  File > Virtual Media Manager;
  2. Cliccare sul pulsante New;
  3. Seguire la procedura guidata per la creazione del nuovo disco fisso virtuale;
    Se già l’avete creato potete semplicemente richiamarlo altrimenti può essere creato al volo il file di volume
  4. Chiudere il Virtual Media Manager;
  5. Dopo aver selezionato la macchina virtuale in cui si vuole inserire il nuovo disco fisso scegliere la voce “Impostazioni” dal menu contestuale;
  6. Recarsi nella scheda Hard Disk;
  7. Cliccare sull’icona laterale (a destra) raffigurante tre dischi con il simbolo “+”verde;
  8. Nel menu a tendina comparso nell’elenco, sotto la voce “Hard Disk”, selezionare il disco virtuale creato in precedenza;
  9. Nel menu a tendina comparso nell’elenco, sotto la voce “Slot”, selezionare “IDE Primario Slave” e cliccare su OK per applicare i cambiamenti;

A questo punto si è conlcuso il lato virtualbox. Le operazioni successive riguardano il sistema Windows che abbiamo installato e valgono anche su Xp e Vista.

Accendiamo dunque la nostra macchina virtuale

  1. Andiamo nel Pannello di controllo del Windows
  2. Accedere alla voce Strumenti di Amministrazione;
  3. Avviare la Gestione Computer;
  4. Selezionare la voce Gestione disco dall’elenco situato nella parte sinistra della finestra;
  5. Fare click destro sullo spazio di disco in nero in basso (non partizionato) e selezionare la voce Nuovo volume;

Si avvierà a questo punto una procedura guidata alla fine del quale vedrem apparire il nostro nuovo hard disk.



 

About Mauro De Filippis 940 Articles
Laureato in Ingegneria Informatica nel 2008 presso l'Università degli Studi di Lecce con una tesi in Processi di Produzione Robotizzati dal titolo "Integrazione delle tecniche di progettazione del ciclo di lavorazione con programmazione della produzione”. Le mie attività principali sono : sviluppo di applicativi ANSI C per terminali POS basati su processori ARM Risc 32Bit con 2-4 MB di Ram (progettazione, sviluppo e test delle applicazioni ) sviluppo in ambiente .NET sviluppo Web in ambiente PHP, ASP Installazione, progettazione, utilizzo di Db MS SQL Server, Mysql, Acces , Oracle Da anni mi occupo di CMS Open Source, in particolare di Joomla e Wordpress. Mia è la Guida Wordpress 3.5, la Guida Joomla 2.5 , il Corso online Joomla! 2.5 ed il Corso online Wordpress Mi occupo anche di LMS in particolare di Moodle e Docebo. Google+ by Mauro De Filippis

1 Comment

  1. Una volta installati i vari SS.OO. è quindi possibile passare da un sistema operativo ad un altro con semplici click di mouse, magari riducendoli in finestre rendendoli contemporaneamente visibili sul desktop, semprechè ci siano sufficienti risorse sul nostro PC. E’ molto utile per testare sistemi operativi senza intaccare quello nativamente presente sul nostro computer o per testare programmi non preoccupandoci di rovinare il proprio sistema operativo.

Rispondi