Articoli su Commissione su Wikipedia. E’ bufera.

Chiunque abbia mai effettuato una ricerca sul web, avrà sicuramente avuto a che fare con .

Si tratta di una enciclopedia online, multilingue, a contenuto libero, redatta in modo collaborativo da volontari e sostenuta dalla Wikimedia Foundation, un’organizzazione senza fine di lucro.

È pubblicata in circa 250 lingue differenti ed il suo scopo è quello di creare e distribuire una enciclopedia libera e ricca di contenuti, nel maggior numero di lingue possibili.

La peculiarità di questa enorme risorsa, è data appunto dal modo in cui i contenuti vengono inseriti.

Chiunque può infatti dare il proprio contributo su un qualche argomento, inserire immagini, dati e descrizioni.
La grandissima community può controllare ed eventualmente correggere o integrare i contenuti inseiriti che non sono proprietari, ma sono visualizzabili e modificabili da tutti.

Il risultato è un immenso deposito di informazioni, generalmente aggiornate praticamente in tempo reale e in genere non influenzate da ideologie, fattori ambientali e sociali. Cioè quello che si chiede ad una enciclopedia.

In questi giorni sta facendo scalpore il caso di 2 utenti di wikipedia che avrebbero scritto dei conenuti su commissione!! Il problema è che non si è trattato di semplici utenti.

Sotto accusa sono finiti due Wikipedian In Residence cioè editor intermediari tra istituzioni culturali e la comunità dei contributor della stessa Wikipedia.

Si tratta, di Roger Bamkin, uno degli amministratori facente parte della divisione britannica della Wikimedia Foundation e Maximillion Klein, primo gestore di una società di consulenza chiamata UntrikiWiki, che avrebbero editato pagine previo incentivo economico.

Il primo che svolge anche attività di consulenza nelle pubbliche relazioni ed attualmente alle dipendenze del Governo di Gibilterra avrebbe infatti favorito le pagine dello stesso.
Sotto accusa in particolare i 17 aggiornamenti effettuati ad Agosto che hanno portato la pagina del piccolo governo nella pagina principale di Wikipedia.

Altrettanto è accaduto soltanto per la pagine relativa alle Olimpiadi di Londra.

Il secondo, invece sul sito della sua azienda, propone Wikipedia come strumento per l’ottimizzazione SEO per i clienti.

E’ chiaro che comportamenti di questo tipo sono contro le policy della community di wikipedia che deve senza dubbio essere indipendente da chiunque.
I contributor dell’enciclopedia online devono lavorare solo ed esclusivamente su base volontaria, spinti dalla passione per la conoscenza e la condivisione del sapere e prendere dei soldi per lavori  commissionati da aziende ed altri enti esterni è una violazione gravissima del regolamento e un terribile danno al lavoro svolto dai tanti che credono in Wikipedia e alla diffusione del sapere collettivo.

Si tratta, secondo l’accusa, di migliaia di modifiche apportate negli anni all’interno della struttura.

Jimmy Wales, fondatore di Wikipedia, si dice “disgustato” ed ha chiesto ufficialmente “che venga fatta chiarezza fino in fondo sulla faccenda, accertando colpe e responsabilità nel più breve tempo possibile”.




About Mauro De Filippis 2443 Articles
Laureato in Ingegneria Informatica nel 2008 presso l'Università degli Studi di Lecce con una tesi in Processi di Produzione Robotizzati dal titolo "Integrazione delle tecniche di progettazione del ciclo di lavorazione con programmazione della produzione”. Le mie attività principali sono : sviluppo di applicativi ANSI C per terminali POS basati su processori ARM Risc 32Bit con 2-4 MB di Ram (progettazione, sviluppo e test delle applicazioni ) sviluppo in ambiente .NET sviluppo Web in ambiente PHP, ASP Installazione, progettazione, utilizzo di Db MS SQL Server, Mysql, Acces , Oracle Da anni mi occupo di CMS Open Source, in particolare di Joomla e Wordpress. Mia è la Guida Wordpress 3.5, la Guida Joomla 2.5 , il Corso online Joomla! 2.5 ed il Corso online Wordpress Mi occupo anche di LMS in particolare di Moodle e Docebo. Google+ by Mauro De Filippis

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*