Un altro virus per Mac : Sabpab

Dopo Flashback che aveva non poco spiazzato gli utilizzatori dei sicurissimi computer Mac,  arriva un altro scossone virale.

Si tratta di Sabpab, un altro malware che sfrutta la medesima vulnerabilità di sicurezza sulla quale aveva precedentemente fatto leva il trojan Flashback per attaccare i sistemi Mac Osx

Secondo le prime analisi, la sua pericolosità è superiore a quella di Flashback.
Anche Sabpab non prevede alcuna interazione con l’utente su quei sistemi Mac OS X che usano una versione obsoleta del software Java quindi non ha bisogno della password d’amministratore per installarsi sul computer.

Ancora la diffusione del nuovo virus non e’ a livelli preoccupanti, tuttavia, anche Flashback era stato individuato con largo anticipo,  settembre 2011, senza per questo impedire gli oltre 600000 contagi alla fine di marzo 2012.

E’ evidente che negli ultimi mesi l’interesse dei cracker verso i computer Apple è cresciuto sempre di più, basti pensare a MacDefender, Flashback, BlackHole RAT e Sabpub.
Anche gli utenti Mac quindi, che fino ad ora si sono potuti permettere una certa “mancanza di attenzione” relativamente alla sicurezza, dovranno cominciare a badarci.



About Mauro De Filippis 2421 Articles
Laureato in Ingegneria Informatica nel 2008 presso l'Università degli Studi di Lecce con una tesi in Processi di Produzione Robotizzati dal titolo "Integrazione delle tecniche di progettazione del ciclo di lavorazione con programmazione della produzione”. Le mie attività principali sono : sviluppo di applicativi ANSI C per terminali POS basati su processori ARM Risc 32Bit con 2-4 MB di Ram (progettazione, sviluppo e test delle applicazioni ) sviluppo in ambiente .NET sviluppo Web in ambiente PHP, ASP Installazione, progettazione, utilizzo di Db MS SQL Server, Mysql, Acces , Oracle Da anni mi occupo di CMS Open Source, in particolare di Joomla e Wordpress. Mia è la Guida Wordpress 3.5, la Guida Joomla 2.5 , il Corso online Joomla! 2.5 ed il Corso online Wordpress Mi occupo anche di LMS in particolare di Moodle e Docebo. Google+ by Mauro De Filippis

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*