Madai: Compri online e risparmi rispondendo a questionari

Madai: compri online, paghi con tempo e privacy
Madai: compri online, paghi con tempo e privacy

MadaiSi preannuncia come la nuova frontiera dell’E-commerce.

Se è vero che oggi la merce più richiesta, online, sono i dati del cliente le sue abitudini, i gusti, gli hobbies e le passioni, le preferenze sessuali e le idee politiche e se è vero che a dispetto delle leggi nazionali ed internazionali di tutela della privacy, i nostri dati vengono continumante carpiti, utilizzati, monitorati, “venduti”, perchè allora, non usarli in modo attivo decidendo quando ed a chi fornire le informazioni che ci riguardano in cambio di reali benefici economici?

E’ questo che sta alla base di Madai, una piattaforma che parla italiano, ma che presentata ufficialmente oggi, sta partendo in 5 stati (Italia, Francia, Gran Bretagna, Spagna e Sudafrica):

Madai consente la vendita di un prodotto o servizio ad un costo  che può essere ridotto dall’utente  se l’utente stesso lo desidera semplicemente condividendo informazioni come i dati di contatto o informazioni relative, appunto, alle proprie abitudini.

I clienti  possono continuare a interagire con la piattaforma ed abbassare quindi il prezzo del bene, fino a quando non sono soddisfatti del prezzo del prodotto, e poi possono decidere se effettuare l’acquisto o meno.
Una rivoluzione!

Madai: compri online, paghi con tempo e privacy
Madai: compri online, paghi con tempo e privacy

Per il suo esordio in Italia Madai verrà usato da una grande società di selezione del personale per lanciare una sua indagine sul mondo del lavoro ed prodotto in vendita “al ribasso” sarà l’iPad di casa Apple.

In Sudafrica la prima esperienza sarà invece legata a una catena alberghiera, che offrirà sconti sulle notti nei suoi hotel in cambio di qualche informazione sui suoi clienti.

Per anni la lotta per il rispetto della privacy online è stata costellata di operazioni poco trasparenti, da ricerche spasmodiche di indirizzi email, di mailing list selvagge da parte di chi fa ricerche di mercato o di chi vende un qualsiasi prodotto.

Ora si arriva ad un altro livello.  Sarà l’utente che volontariamente venderà i propri dati in base alle proposte commerciali che gli verranno fatte.

Il processo di cambiamento è ormai in atto.  Solo a posteriori quindi si potranno valutarne gli esiti.

Quanto valgono informazioni sulle nostre abitudini? Quando un’azienda è disposta ad offrirci per sapere quale partito votiamo o che musica ascoltiamo?

E le nostre informazioni saranno rivendute? riutilizzate?.
In risposta a quest’ultima domanda, dall’Ufficio stampa di Madai tengono a precisare che

Madai non riutilizza o vende dati forniti dagli utenti che sono di proprietà delle aziende su cui viene ospitata la piattaforma.

Inoltre

“Il cliente prima di ogni interazione viene informato sull’uso che l’azienda farà dei dati personali”.

 

Restiamo tutti in attesa dell’uscita ufficiale della piattaforma, per provare questo nuovo modo di fare acquisti.

Per ora si può avere solo un assaggio sul sito Madai.com



About Mauro De Filippis 2901 Articles
Laureato in Ingegneria Informatica nel 2008 presso l'Università degli Studi di Lecce con una tesi in Processi di Produzione Robotizzati dal titolo "Integrazione delle tecniche di progettazione del ciclo di lavorazione con programmazione della produzione”. Le mie attività principali sono : sviluppo di applicativi ANSI C per terminali POS basati su processori ARM Risc 32Bit con 2-4 MB di Ram (progettazione, sviluppo e test delle applicazioni ) sviluppo in ambiente .NET sviluppo Web in ambiente PHP, ASP Installazione, progettazione, utilizzo di Db MS SQL Server, Mysql, Acces , Oracle Da anni mi occupo di CMS Open Source, in particolare di Joomla e Wordpress. Mia è la Guida Wordpress 3.5, la Guida Joomla 2.5 , il Corso online Joomla! 2.5 ed il Corso online Wordpress Mi occupo anche di LMS in particolare di Moodle e Docebo. Google+ by Mauro De Filippis

8 Commenti

  1. sembra una figata! anche perchè dopo che hai risposto a tutte le domande puoi continuare a vedere il prezzo che scende!
    all’inizio mica l’avevo capito.

  2. In realtà non ho capito ancora alla fine come andrà a finire.
    Sulla pagina dice “Articoli in vendita 10 ” (quindi alla fine sarà una gara a chi lo compra prima?)…
    e validità fino al 31 agosto.
    Io anche ho esaurito le domande e aspetto per vedere cosa succede.

  3. :(((((( qualcuno se l’è comprato!
    Nando non so dirti…. per ora lamentele non ne vedo in giro.
    Io tengo d’occhio la loro pagina facebook.

  4. Ok, praticamente si tratta di aste al ribasso, solo che invece di pagare un tot a click, rispondi a domande ed accumuli sconti.
    Poi quando uno compra resetta tutti gli altri e si ricomincia dal prezzo iniziale meno gli sconti accumulati.

  5. Francesco io ho comprato un Galaxy Note a 470 euro. Prezzo introvabile altrove peraltro è l’ho ricevuto in 4gg. Ero dubbioso prima di acquistare e ho scritto su facebook e mi hanno risposto quasi in tempo reale. Quindi la mia esperienza è molto più che positiva. Se a te è andata diversemente sarebbe utile per tutti se ci raccontassi qualcosa in più.

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*