Google Images – Ricerche su Google trascinando le immagini

Se è vero che un’immagine vale più di 1000 parole, Google ha preso davvero in parola questa massima.
Ancora una novità infatti, tra i vari servizi di Google. Questa volta interessa Google Images una delle applicazioni più utilizzate.

La nuova versione, annunciata da Marissa Mayer, vicepresidente di Google, prevede importanti novità .

google ricerca trascinare immagini
Innanzitutto la pagina di ricerca.  Molto simile alla pagina di ricerca dei contentui, ora presenta 4 foto/immagini di esempio sotto la casella di ricerca. Trascinandone una all’interno della casella delle ricerca immagini, una volta rilasciato il mouse si aprirà una pagina con tutte le informazioni sull’immagine con i relativi link.

Ma è quello che sembra? Ebbene si.
Provate a prendere un’immagine qualsiasi dal vostro computer e provate a trascinarla sulla casella della ricerca.
Magicamente Google cercherà di riconoscere quello che l’immagine rappresenta e darà risultati ad essa collegati.
Grande!.

Ricerche molto più veloci, anche col supporto di immagini quindi.

Anche un millisecondo risparmiato nel mostrare i risultati di ricerca per noi è fondamentale“, dice Amit Singhal, ingegnere di Google.

Ci sono quindi 3 modi per utilizzare il nuovo Google Images Search

  • Trascinando l’immagine direttamente sulla casella di ricerca di Google
  • Facendo Click sull’icona della macchinetta fotografica, a sinistra del tasto Cerca Immagini e caricando l’URL dell’immagine
  • Copiando l’URL web dell’immagine presente, sempre attraverso l’immagine della macchinetta fotografica.

E’ bene dire che l’implementazione di questo tipo di ricerca non è una novità assoluta infatti già nel 2009 il motore di ricerca Pixolu consentiva di ricercare qualcosa sul web partendo da un’immagine tuttavia una ricerca d questo tipo associata alla immensa banca dati di bigG e in un consolidato sistema di gestione di contenuti rende questo strumento unico.

Sicuramente molto molto divertente, ma oltre questo , si tratta di una funzione davvero utile.
Quante volte ad esempio vi è capitato di non riconoscere il soggetto di un’immagine, un posto, un volto, un’oggetto.
Ora avete uno strumento in più per avere informazioni.

Ma le novità non si fermano qui: Google inserisce anche la possibilità di fare ricerche utilizzando la voce. In questo caso un piccolo microfono accanto alla barra di ricerca avvertirà gli utenti della possibilità di cercare con la voce qualsiasi termine sul web.



About Mauro De Filippis 2445 Articles
Laureato in Ingegneria Informatica nel 2008 presso l'Università degli Studi di Lecce con una tesi in Processi di Produzione Robotizzati dal titolo "Integrazione delle tecniche di progettazione del ciclo di lavorazione con programmazione della produzione”. Le mie attività principali sono : sviluppo di applicativi ANSI C per terminali POS basati su processori ARM Risc 32Bit con 2-4 MB di Ram (progettazione, sviluppo e test delle applicazioni ) sviluppo in ambiente .NET sviluppo Web in ambiente PHP, ASP Installazione, progettazione, utilizzo di Db MS SQL Server, Mysql, Acces , Oracle Da anni mi occupo di CMS Open Source, in particolare di Joomla e Wordpress. Mia è la Guida Wordpress 3.5, la Guida Joomla 2.5 , il Corso online Joomla! 2.5 ed il Corso online Wordpress Mi occupo anche di LMS in particolare di Moodle e Docebo. Google+ by Mauro De Filippis

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*